Via Moretto 50, Brescia | +39 030 2944144

La nostra squadra

LO SPIRITO DI EPICENTRO

Epicentro
Marinella
Qualche anno fa acquistai degli oggetti che potessero ben rappresentarmi: un telescopio e dei bauli da viaggio.
Tutt’oggi questi oggetti campeggiano nella nostra vetrina a ben simboleggiare ciò che io sono e qual è la mission di Epicentro.

Il telescopio indica che voglio guardare oltre, al di là delle mode, al di là della convenienza, soprattutto al di là del banale. Desidero solo ciò che è vero ed esperienziale, i miei viaggi toccano con mano l’essenza del luogo e sono ricchi di sfumature... Parlo quindi di emozioni, suscitano vibrazioni, perché col tempo non ricorderò sicuramente quanti ascensori o piscine aveva in dotazione tale albergo, ma ricorderò di avere potuto cogliere anche solo per una attimo la spiritualità di un luogo, l’incanto della natura, la laboriosità e l’ingegno umano.

Mi educo al bello ove questo sia fonte di emozioni e ricordi; investo in esperienze e conoscenza al fine che possano costruire il mio io presente e fortifichino quello futuro.
Io non sarei ciò che sono oggi, nel bene e nel male, se non avessi effettuato in trent’anni di carriera decine e decine e decine di viaggi nei cinque continenti, vivendoli possibilmente nella vera essenza di un gesto discreto, uno sguardo aperto o un sorriso garbato sempre a contatto con la gente del luogo e la terra che mi ospitava.

Le valigie stanno a ricordarmi che sono sempre in cammino, che la strada per fortuna è ancora lunga, tanto è grande il mondo e tanto ancora devo imparare. Da quasi trent’anni percorro le diverse latitudini e longitudini perché il viaggio è il mio cammino di vita ed è ciò che ha costruito il mio passato e guiderà il mio futuro, lo arricchisce di incontri ed emozioni che sono l’essenza della mia vita.

Per questo ogni giorno umilmente affaccio le nuove richieste con la certezza che quotidianamente questo lavoro è in grado di insegnarmi qualcosa... Tanto è grande il mondo... Tanto c’è da imparare.
Che meraviglia! Quasi quasi mi invidio da sola.
Anna
Anna
Non ricordo il momento esatto in cui ho capito di essere una viaggiatrice, forse perché in fondo l’ho sempre saputo.
Ho creato il mio cammino di conseguenza, assecondando la mia indole e le mie passioni: dalla scelta del percorso di studi in lingue e letterature straniere, alla continua attesa della prossima occasione di partenza verso nuove destinazioni… Tutto questo mi ha resa la persona che sono oggi, e ogni nuovo viaggio contribuisce alla mia crescita mettendo in dubbio le mie certezze e creandone di nuove: il mondo è una lezione meravigliosa e inesauribile che mai mi stancherò di imparare.
Daniela
Daniela
Solare, concreta, empatica , se dovessi usare solo tre aggettivi per definirmi sceglierei questi.

Nella famiglia Epicentro (adoro le mie colleghe e SÌ, ci sentiamo in famiglia) sono la problem-solver, mi piace pensare che affrontando la vita con ottimismo ogni cosa vada al suo posto e mi impegno al massimo per riuscire nei miei intenti.

Una citazione che adoro e che ho fatto mia "Se puoi sognarlo, puoi farlo"(Walt Disney).
Penso che nulla sia impossibile, con ottimismo e determinazione ed un sorriso sulle labbra, che aiuta sempre, si arriva praticamente ovunque.